Archivi tag: amore

Trasformare una gonna vintage in un top alla moda

Standard
Trasformare una gonna vintage in un top alla moda

Ecco cosa vi racconto oggi la trasformazione di una gonna vintage in un capo più moderno
Ho acquistato questa gonna in un negozietto che ha molte cose vintage

Mi sono accorta che era troppo lunga, ma mi sono ripromessa di rifare l’orlo per adattarla alle mie “minimisure”

Ma come spesso mi succede lascio che il tempo passi e i progetti si accavallino e si moltiplichino all’infinito 😎 cosicché anche questa gonna è rimasta per molto tempo nel cassetto. Ogni volta che mi capitava tra le mani mi ripromettevo di sistemarla perchè mi piaceva molto sia il materiale che il colore (che in questa foto non si vede bene), ma niente da fare fino a quando…

…mia figlia l’ha vista ed ha espresso il desiderio di avere un top alla moda trasformando questa gonna che la ispiravo tanto!

Ok, ognuno di noi ha il suo punto debole ed il mio è la princess! Le ordina ed io eseguo! Anche perchè lei è una goccia cinese e fino a che non ottiene ciò che vuole continua a formulare la richiesta fino a farti impazzire!

Comunque è stato un lavoretto semplice modificare questa gonna 

  • Ho tagliato la parte superiore della gonna orizzontalmente come se volessi accorciare la gonna 
  • La misura è stata presa addosso a mia figlia facendo il taglio due centimetri sotto l’altezza del giro vita
  • Ho orlato la parte non rifinita ottenendo una gonnellina che infilata dalla testa e indossata dal sottoascella (🤦🏼‍♀️non so come spiegarvi)è diventata un top senza spalline
  • Ho poi tagliato dal pezzo di gonna che ho scartato una striscia di stoffa che ho applicato al top appena creato 
  • La fascia, di circonferenza più lunga di quella del top, è stata cucita sul davanti e sul dietro del top lasciando la parte dello scalfo ascellare libero e l’eccesso della circonferenza della faccia libera è diventata la parte delle maniche

Spero che riusciate a capire con l’immagine 


Wow! È bello fare le cose con mia figlia e per mia figlia perchè rende tutto più semplice  anche se sa quello che vuole ed è intransigente quando le faccio qualcosa è sempre soddisfatta anche se il risultato non è perfetto come lei desidera!


Aspettando il prossimo lavoro che confezionerò con la stoffa avanzata vi chiedo il vostro parere! E magari fatemi sapere se avete sperimentato qualche riuso o riciclo con vecchi vestiti!

🐝

Buon anno nuovo

Standard
Buon anno nuovo

Un articolo di fine anno è doveroso!

Prima di tutto per farvi i miei auguri per la fine di questo anno biseste, nel quale spero abbiate raggiunto i vostri obbiettivi, e per il nuovo che vi porti tutto ciò di cui avete desiderio!

Come ogni anno mi guardo alle spalle per vedere cosa ho combinato in questo periodo che volge al termine, per prendere atto dei miei cambiamenti, del mio percorso, delle mie mete…e devo dire che oggi più che mai mi sento soddisfatta del mio percorso! Tra gli alti e i bassi della vita posso affermare di aver raggiunto molti obbiettivi da me prefissati e tanti altri fissati da una forza a noi superiore!

Vi ricordate il mio orto sul balcone del 2015?

img_2878

Quest’anno si è trasferito in un vero campo dove ho potuto fare molta esperienza, il prezzo è stato la tanta fatica ma il guadagno una grande soddisfazione nascosta in piccolissimi raccolti!


Poi tantissimi progetti di bomboniere come i diversi Soggetti in fimo tra cui anche le faccine simpaticissime o il ragazzo che medita sul mondo (uno dei soggetti che preferisco)

img_2874

img_2872img_2873
Poi ci sono i lavori a maglia tra cui l’accessorio o’bag e la sciarpa della pace (questa ha ottenuto tantissimo successo tanto da arrivare anche in Sicilia)

IMG_0072.JPG

Però quello che più mi ha reso soddisfatta è stato il mio impegno in cucina con i miei mille esperimenti vegan ricette dolci e salate! Tanto da organizzare, con il mio gruppo di yoga, una cena di beneficenza completamente vegan per raccogliere fondi per un progetto di Amurt!

img_2875img_2876img_2814img_2813

E poi avrei una lista infinita di progetti portati a termine in questo stupendo anno come sostituire un touch rotto (primo di una lunga serie tra cellulari e tablet ) o riparare la mia bici

img_2877

 

Questo vuole essere un messaggio importante per tutti noi, non che io sia brava a fare questo o quello, ma che bisogna osservare la propria vita ed apprezzarne ogni cambiamento, ma soprattutto rendersi conto delle cose che cambiano! Questo è utile a premiarsi per le cose belle che facciamo, e quindi che siamo, e a spronarci per le cose che ancora non riusciamo a fare…e poi fare un bel pacchetto e lasciar andare tutto senza attaccarsi a cose o sentimenti!

Qualcuno mi ha insegnato che l’uomo è in continuo movimento e se il suo moto non è in avanti per forza di cose si sta muovendo indietro! Quindi puntiamo degli obbiettivi da raggiungere nel nuovo anno e andiamo dritti verso la meta!

Manchi (negramaro)

Standard
Manchi (negramaro)

Vi lascio il Testo di questa splendida, anche se un po’ triste, canzone

 

 

lo sento
sto perdendo
la pazienza
ho i nervi tesi e
basta

sulla faccia
non c’e’ traccia
della tua risata
stanca
il tuo modo
di viaggiare
tra le righe senza
sosta
e mi scoppia
gia’ la testa
e non hai aperto
bocca
resta chiusa
non parlare
non le dire
che anche il sole
va a morire
ogni notte
che scompare
nel bicchiere
da versare
io non ho
parole nuove
solo voglia
di aspettare
per riuscire a sentire ancora

che tu mi manchi
se mi manchi
sara’ perche’
non ho piu’ stemmi da lustrare
io non ho
sara’ perche’
non ho piu’ facce da dimenticare
se tu mi manchi
se mi manchi
sara’ come
morire

lo sento
sto perdendo
l’alta quota
volo basso e non c’e’
vento
che mi spinga
verso il sole
per sentirlo respirare
quanto basti
per tornare
a far finta di
morire
ancora un giorno
e poi un altro
e un altro ancora
e ancora
manchi
come l’aria
e manchi
come il sale
e manchi
prima al cuore
poi alle mani
e poi al mio dolore
senz’avere
piu’ parole
da versare
solo sete
da calmare
solo voglia
di sapere e sentire
ancora
ancora

che mi manchi
se mi manchi
sara’ perche’
non ho piu’ stemmi da lustrare
io non ho
sara’ perche’
non ho piu’ facce da dimenticare
se tu mi manchi
se mi manchi
sara’ perche’
non ho piu’ stemmi da lustrare
io non ho
sara’ perche’
non ho piu’ facce da dimenticare
io non ho
non ho piu’ niente da doverti ricordare
io non ho
piu’ giorni da dover scordare
almeno un po’

ho solo stelle da guardare
un cielo nero da riempire
e manchi
se mi manchi
sara’ come
morire
morire
morire
morire
morire
morire
morirei…

 

forse dovrei scrivere qualche mia opinione, ma non so il significato di questa canzone, a chi è dedicata e perchè , ma so che l’ho sentita e mi è piaciuta, vuoi per la serata un po’ lenta che mi induce un sentimento di malinconia, vuoi perchè amo la voce di Giuliano, vuoi per la melodia che sembra cullarmi in un idea di “lasciar andare”

ma si sa che è tutto negli occhi di chi guarda, in questo caso di chi legge, per cui vi lascio all’ascolto e a tutto quello che può suscitare nel vostro cuore questa canzone e magari con un atteggiamento di lasciar andare, fluire, potrete trovare anche un senso di pace capendo che tutto è come deve essere!

buon ascolto 🐝

 

Mani

Standard
Mani

Con le mani intrecciate lungo il percorso, strette abbastanza per non perdersi, vicine tanto da sentirsi sempre liberi….Con un tocco leggero per dire che ci sono anche quando non ci sei….

Due che diventano uno….uno che si arricchisce di due….

Fluttuando leggeri in un flusso di beatitudine…

Dare amore per poter ricevere amore da poter donare ancora!