Fettuccine di farro al profumo di mare 

Standard
Fettuccine di farro al profumo di mare 

Oggi ho sperimentato una ricetta che mi ha lasciata soddisfattissima “fettuccine di farro al profumo di mare”!

E non solo il profumo sapeva di mare ma anche il fantastico sugo!

In genere non credo nelle ricette originariamente a base di carne o pesce rivisitate in chiave vegetariane o vegane, credo che se si fa una scelta alimentare, quale non mangiare animali e derivati, non si debba ricercare sapori che ci ricordino il piatto a base di carne ecc…

Ma sono anche convinta che non bisogna rinunciare a qualcosa se poi questa rinuncia ci fa stare poco bene con noi stessi!

Detto questo vi racconto del mio nuovo esperimento culinario:

Tempo fa una mia amica mi ha detto di aver acquistato un libro nel quale ci sono moltissime ricette sfiziose, ha cominciato a raccontare di questa e quella specialità e poi ha detto una frase “pasta al sugo di finto tonno”! Lì per lì ho avuto una sensazione di stupore e ho pensato “Wow pasta al tonno vegan…SLurpppppp !”, poi mi sono detta che era il solito ricadere nella rete di vecchie usanze e credenze. Questa ricetta però mi ha incuriosito molto e alla fine l’ho provata!

Ora vi lascio la ricetta:

Ingredienti :

  • Fettuccine al farro bio
  • Una scatola di ceci (o 100 gr di ceci secchi da lasciare in ammollo e lessare) bio
  • Passata di pomodoro bio
  • Prezzemolo
  • Olio
  • Sale q.b.
  • Alga Nori da 1/2 a 1 foglio
  • Peperoncino
  • Spezie a piacere (io ho usato zenzero in polvere, paprika forte, curcuma, pochissimo curry senza aglio)

Procedimento :

  1. Mettere in una pentola dell’acqua con l’alga Nori e farla bollire;
  2.  Mettere olio, passata di pomodoro, sale e peperoncino, tutto a crudo, in una padella e lasciare cuocere a fuoco basso mentre si preparano gli altri ingredienti;
  3. Scolare i ceci e preparare una sorta di humus frullando i ceci con le spezie e aggiungendo l’acqua dove è bollita per qualche minuto l’alga ;
  4. Raggiungere una consistenza abbastanza asciutta;
  5. Aggiungere l’humus al sugo e continuare a cuocere per qualche minuto ancora;
  6. Quando il sugo sarà cotto spegnere il fuoco e mettere una bella manciata di prezzemolo, lavato e lasciato a foglioline intere, coprire con coperchio per alcuni minuti;
  7. Cuocere le fettuccine in acqua bollente e salata secondo i gusti personali;
  8. Scolare, condire e…..magiare!

Mi è piaciuta talmente tanto da mangiarne troppa! Mi sono alzata da tavola rotolando!

Qualche piccolo suggerimento :

  • Cuocete la pasta nell’acqua dove avete bollito l’alga Nori , darà ancora più sapore al piatto finito
  • Potete usare al posto della passata i pomodori pelati o meglio ancora i pomodori freschi
  • Al posto delle fettuccine potete usare qualsiasi formato di pasta e se vi va di osare potete provare la pasta di riso integrale
  • Potete aggiungere alla preparazione dell’humus dei pomodori secchi e dei capperi (attenzione a non salare troppo se usate i capperi)
  • Potete soffriggere dell’aglio per preparare il sugo

Come al solito spero che vi sia piaciuta questa mia ricettina e vi lascio anche il video da dove ho preso spunto per la preparazione di questo fantastico piatto!

Annunci

Informazioni su il bandolo intrecciato

Ciao a tutti sono Rosy Per parlare di me non saprei da dove cominciare.... Io sono tutto e il contrario di tutto!!!! Solare, gioiosa ma soprattutto curiosa... Curiosa di sapere, scoprire e sperimentare... Mi piace molto costruire piccoli e grandi oggetti( per capire meglio sono appassionata di ikea...)... Mi piace reciclare e dare vita a vecchi oggetti rendendoli nuove creazioni più o meno utili.... Ma la mia vera passione è lavorare ai ferri e uncinetto.... questa passione è nata già all'età di 6 anni quando vedevo mia nonna che lavorava e magicamente trasformava un gomitolo di lana in un maglione, o un vestito, o un gomitolo di cotone in copritavola fantastici o semplicemente intrecciava fino a creare calze per i miei piedini... purtroppo lei è mancina e non ha saputo insegnarmi più di tanto...allora ho imparato rubando informazioni qua e la, per fortuna ho incontrato molte persone che condividevano la mia passione....poi con internet ho scoperto un universo con milioni di universi paralleli... Allora il mio scopo è quello di sperimentare il più possibile...

Una risposta »

  1. Pingback: Salsa al Profumo di mare | Il bandolo intrecciato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...