donne

Standard

Siamo

in grado di dedicarci da sole amore e attenzioni: non è necessario aspettare,

inerti, che arrivi un uomo a dispensarceli.

Cercare

di guarire dalla dipendenza relazionale (o da qualsiasi altra forma
di dipendenza) senza fede è come camminare in salita, all’indietro,
su tacchi a spillo.
Se
stiamo realmente guarendo, non telefoniamo certo a un uomo per dirgli
che non abbiamo più intenzione di parlargli.
Il
nostro compito su questa terra è di crescere, imparare e aprire gli
occhi.
Non
praticare la propria dipendenza richiede uno sforzo maggiore del semplice
ripetere a se stesse di cambiare.
Quando
le persone stanno veramente cercando di cambiare, non perdono tempo
a parlarne. Sono troppo occupate nel farlo.
Il
vero cambiamento richiede una resa che è simile, per certi versi, a
una crocifissione.
La
vita consiste, dopotutto, nel prendere coscienza e crescere. Rendiamo
questi processi più dolorosi perché non li accettiamo di buon grado.

La
guarigione ci permette due doni: la qualità della nostra vita migliorerà
e saremo davvero d’aiuto.
Recupero
significa scegliere solo ciò che favorisce la vostra serenità e il vostro
benessere.
Amare
se stesse abbastanza da vincere la dipendenza è un prerequisito essenziale
per amare un’altra persona.
Quando
ballate in coppia con un partner poco affidabile, fate attenzione ai
vostri passi di danza.
Il
vero recupero avviene quando smettiamo di situare il problema fuori
di noi e dentro qualcun altro.
Per
superare il rancore, all’altra persona augurate solo il bene e pregate
perché lo raggiunga
Quando
proviamo invidia, siamo preda dell’errata convinzione che in questo
mondo non vi sia bene sufficiente per tutti.
Riceviamo
quel che auguriamo agli altri, dunque augurate tutto il bene possibile!

Qualsiasi
comportamento tra esseri umani che non sia onesto, aperto e affettuoso,
affonda le sue radici nella paura.
Di
solito gli uomini temono maggiormente di essere soffocati dalla partner,
mentre le donne hanno più paura di essere abbandonate.
Quando
le nostre ferite non sono ancora rimarginate, tendiamo ad essere pericolose.

Uomini
e donne con problemi relazionali tirano su figli e figlie destinati
a soffrire allo stesso modo.
L’amore
per una persona ha in sé la stabilità emotiva non il disordine.
La
capacità di amare un’altra persona sboccia da un cuore pieno, non da
uno vuoto.
Siete
una parte preziosa e necessaria dell’universo. Non dovete guadagnarvi
il diritto di esistere.
Ogni
giorno, guardatevi allo specchio, dite il vostro nome e aggiungete:
"Ti voglio bene e ti accetto esattamente per quello che sei".
Se
qualcosa non va bene per noi, in realtà non va bene per nessun altro.

Se
davvero siete sulla via del recupero dell’amare troppo, sappiate di
essere un miracolo.
Dovete
considerare l’eventualità che, una volta smesso di amare troppo, la
vostra relazione possa finire.
E’
attraverso il perdono che impariamo la lezione per la quale la nostra
anima ha scelto questa esistenza.
La
dipendenza relazionale è il tipo di dipendenza che viene maggiormente
idealizzato.
Dobbiamo
sempre lavorare su noi stesse, cercando di cambiare i nostri cuori.

Noi
tutte tendiamo a rimuovere ciò che è troppo doloroso da accettare o
troppo spaventoso da immaginare.
Se
tutto ciò che abbiamo fatto sinora avesse davvero funzionato, non avremmo
bisogno di guarire.
Il
dolore è il più saggio dei consiglieri che bussa alla nostra porta.

Alcuni
rapporti caratterizzati da forte dipendenza sono tra persone dello stesso
sesso.
Una
delle caratteristiche primarie dell’amare troppo è un’assoluta dipendenza,
spesso mascherata da forza apparente.
Imparate
a vivere evitando di concentrarvi su un uomo come la fonte o la soluzione
di tutti i vostri problemi.
Per
molte di noi la chiave della guarigione sta nell’imparare a fare esattamente
il contrario di ciò che abbiamo sempre fatto.
Quando
rinunciamo a fare la nostra parte di battaglia, la battaglia è perduta.

Non
fate minacce che non siete in grado di mettere in pratica; anzi, meglio
non farne affatto.
E’
attraverso il nostro lavoro di recupero che i terribili segreti si trasformano
in doni graditi.
 

Annunci

Informazioni su il bandolo intrecciato

Ciao a tutti sono Rosy Per parlare di me non saprei da dove cominciare.... Io sono tutto e il contrario di tutto!!!! Solare, gioiosa ma soprattutto curiosa... Curiosa di sapere, scoprire e sperimentare... Mi piace molto costruire piccoli e grandi oggetti( per capire meglio sono appassionata di ikea...)... Mi piace reciclare e dare vita a vecchi oggetti rendendoli nuove creazioni più o meno utili.... Ma la mia vera passione è lavorare ai ferri e uncinetto.... questa passione è nata già all'età di 6 anni quando vedevo mia nonna che lavorava e magicamente trasformava un gomitolo di lana in un maglione, o un vestito, o un gomitolo di cotone in copritavola fantastici o semplicemente intrecciava fino a creare calze per i miei piedini... purtroppo lei è mancina e non ha saputo insegnarmi più di tanto...allora ho imparato rubando informazioni qua e la, per fortuna ho incontrato molte persone che condividevano la mia passione....poi con internet ho scoperto un universo con milioni di universi paralleli... Allora il mio scopo è quello di sperimentare il più possibile...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...